Home Eventi e Sagre Festa di Sant’Antonio Abate in Campania, eventi e tradizioni

Festa di Sant’Antonio Abate in Campania, eventi e tradizioni

La notte dei falò a Nusco

Il 17 gennaio si festeggia Sant’Antonio Abate, protettore degli animali domestici, degli allevatori, dei contadini e di tutti coloro che hanno a che fare con il fuoco.
In tutta la Campania, anche nei giorni prima e dopo il 17, la festa si accende con grandi falò e “fucaroni”, canti e balli di musica popolare, vino, buon cibo e tante diverse tradizioni locali.
Simbolo di purificazione e rigenerazione, il fuoco spezza il freddo e il buio delle lunghe notti invernali, richiamando intorno a sé persone di ogni età e provenienza sociale.
In molti luoghi è una festa sentita come il Natale. Più del Natale, per molti, la festa di Sant’Antonio crea spazi di condivisione e spontanea convivialità, unendo sacro e profano, fede e cultura popolare.
Sono tanti i paesi, i borghi e i quartieri cittadini che festeggiano Sant’Antonio Abate in Campania.
Noi ve ne segnaliamo quattro, con l’auspicio che sia un punto di partenza per scoprire anche altre feste e, soprattutto, i territori che le ospitano.

La Festa di Sant’Antonio Abate a Cicciano (Na)

Festa di Sant'Antonio a Cicciano, tammurriata intorno al falò (ph Gianfranco Adduci)In provincia di Napoli, la Festa di Sant’Antonio Abate a Cicciano è un evento attesissimo, sempre affollato, sempre sincero (leggi il nostro articolo con reportage fotografico).
Le celebrazioni iniziano il giovedì e continuano fino a domenica con un ricco programma di iniziative.
Imperdibile è la processione e la benedizione degli animali domestici, nel pomeriggio di sabato, che precede il grande focarone in piazza, appena si fa buio.
Intorno al fuoco si balla al ritmo di tammorre, scetavajasseputitpùciaramelle e cornamuse, con i più importanti gruppi di musica popolare dell’entroterra campano.
Musica, vino e buon cibo abbondano nei cortili del centro storico e delle masserie, dove i padroni di casa sono ben lieti di accogliere amici, parenti ed estranei.

Per ulteriori informazioni, vai alla pagina Facebook dell’evento.

La Notte dei Falò a Nusco (Av)

La notte dei falò a NuscoIn provincia di Avellino, “La Notte dei Falò” a Nusco richiama ogni anno migliaia di persone da tutta la Campania, attirati soprattutto dalla bellezza del borgo e dalle prelibatezze enogastronomiche irpine, ma anche dai tanti spettacoli e concerti di musica popolare.
Qui si narra che la tradizione dei falò trovi le sue radici nei tanti fuochi accesi per bruciare le tantissime vittime della peste nel 1656 e per invocare, allo stesso tempo, l’intervento salvifico di Sant’Antonio.
La festa dura tre giorni, da venerdì a domenica, e propone anche visite guidate al centro storico in mattinata e nel pomeriggio.
Per sabato 19 gennaio, inoltre, è previsto un viaggio in treno storico con automotrici ALn663 da Benevento e Avellino a Nusco e ritorno con partenza alle 23:30.

Per ulteriori informazioni, vai alla pagina Facebook dell’evento.

La Festa di Sant’Antuono a Macerata Campania (Ce)

Festa di Sant'Antonio a Macerata Campania, una Battuglia della PastellessaIn provincia di Caserta, la festa di Sant’Antonio più rinomata è a Macerata Campania, la “città che suona”, scrigno di una delle tradizioni popolari più forti e originali della regione: la sfilata delle “Battuglie di Pastellessa”, veri proprio “carri musicali”.
La “Pastellessa” è un piatto locale, ossia la pasta con le castagne lesse, ma è pure il nome di una tipica musica popolare suonata con strumenti “contadini” come botti, tini, falci, mazze di legno e canapa. Il capobattuglia dirige i “bottari” nei canti popolari tramite gesti e colpi di fischietto.
La sfilata inizia qualche giorno prima della Festa di Sant’Antonio e culmina il 17 gennaio con la processione del Santo, i fuochi pirotecnici e la premiazione dei carri.
Nei giorni di questa coloratissima e chiassosa festa, inizio del Carnevale, non mancano i falò, gli stand enogastronomici ed i giochi popolari tradizionali, come il divertente “palo di sapone”.

Per ulteriori informazioni, vai al sito ufficiale dell’evento.

I Fucanoli a Campagna (Sa)

Festa 2019 dei Fucanoli a CampagnaIn provincia di Salerno, a Campagna, cittadina famosa per la “Chiena” d’acqua, il centro storico e le contrade si riempiono di “Fucanoli”, grandi falò in onore di Sant’Antonio Abate nella giornata del 17.
Con il fuoco Campagna vuole anche ricordare il tragico rogo di Giordano Bruno, arso vivo a Roma per la condanna della Santa Inquisizione. Il monaco e filosofo nolano studiò e fu ordinato sacerdote proprio a Campagna, nel Convento dei Padri Domenicani.
Durante la manifestazione è previsto anche un simbolico raduno di “briganti” di Campagna e dei comuni circostanti, in ricordo del Capo Brigante Antonino Maratea detto “Giardullo”.
Grande spazio alla musica popolare nonché ai deliziosi prodotti tipici del Cilento e dell’Alto Sele.

Per ulteriori informazioni, vai all’evento Facebook.