Legambiente e Touring Club Italiano hanno presentato all’Expo di Milano la Guida Blu 2015 “Il Mare più bello”, una selezione delle migliori destinazioni marine e lacustri italiane in termini di bellezza, buon vivere ed ecosostenibilità.
Nell’attuale edizione della prestigiosa guida alle vacanze di qualità, la Campania è presente con ben 25 località, conquistando le 4 vele per Anacapri, Castellabate, Praiano, Positano, Casalvelino; 3 vele per San Mauro Cilento, Ascea, Capaccio-Paestum, Centola-Palinuro, Massa Lubrense, Sapri, Vibonati, Capri, S. Giovanni a Piro-Scario; 2 vele per Pisciotta, Cetara, Vico Equense, Agropoli, Amalfi, Procida e Ischia; 1 vela per Vietri sul Mare e Sorrento.
Nella parte alta della classifica, con 5 vele, si piazzano Pollica e Camerota, rispettivamente al terzo e al quindicesimo posto.

Pollica si distingue per il riutilizzo delle acque di depurazione, l’impegno nella riduzione del consumo di acqua e come modello economico di sviluppo sostenibile per la valorizzazione delle biodiversità, delle tradizioni e della Dieta Mediterranea. Viene inoltre descritta come “un’incubatrice di idee” che sta generando nelle località limitrofe una sana competizione verso la qualità.

Panorama di Cala Bianca, a Camerota, tra le spiagge più belle d'ItaliaCamerota, dal canto suo, spicca non solo per le incantevoli spiagge, ma anche per le suggestive torri saracene, le grotte sommerse ed emerse in cui sono stati ritrovati resti umani risalenti alla preistoria, la produzione artigianale di anfore e di corde da pesca e l’Ecomuseo Virtuale Paleolitico che consente di esplorare il territorio costiero al tempo della preistoria, grazie a moderne tecnologie multimediali.

Con la Guida Blu, Legambiente e Touring Club Italiano intendono contribuire alla promozione dell’ecosostenibilità, della tutela ambientale e alla valorizzazione di buone pratiche sul territorio.
A questo proposito, il responsabile turismo di Legambiente Angelo Gentili ha spiegato che “le località delle 5 vele, infatti, non hanno solo la fortuna di custodire un paesaggio straordinario, ma sono anche laboratori di sviluppo, centri di innovazione tecnologica, che praticano esperienze virtuose in tema di rifiuti, energia rinnovabile, agricoltura biologica e valorizzazione corretta dei beni architettonici e culturali.”

Anche se il livello complessivo di qualità delle acque interne italiane è ancora distante dai parametri indicati dall’Unione Europea, la balneabilità delle spiagge negli ultimi anni è in progressivo miglioramento, così come, secondo i dati di Legambiente, le tecniche di biomonitoraggio e intercettazione degli inquinanti utilizzate dai Comuni italiani.

Per news, aggiornamenti e approfondimenti su Guida Blu 2015 “Il Mare più bello” segui la pagina facebook dedicata, dove troverai informazioni e curiosità sulle località presenti nelle classifiche Guida Blu di questi anni e potrai condividere buone pratiche per favorire la sostenibilità ambientale.

Inoltre, Legambiente ti offre l’opportunità di scegliere e segnalare la spiaggia più bella d’Italia entro il 23 luglio sulla pagina la più bella sei tu oppure tramite i social network utilizzando l’hashtag #laspiaggiapiùbella.

In copertina: lungomare di Pollica, foto di Gianfranco Adduci