Home Ecoblog Le proposte Arev-Od per lo sviluppo turistico dei comuni vesuviani

Le proposte Arev-Od per lo sviluppo turistico dei comuni vesuviani

Presentazione dell'associazione Arev-Od

Lo sviluppo della fascia costiera vesuviana passa per la promozione di un turismo di qualità
Ne è convinta l’Associazione Rete Vesuviana di Ospitalità Diffusa, una nuova realtà che riunisce gestori di bed and breakfast, case vacanze, affittacamere e case religiose all’ombra del Vesuvio.

Panorama di Villa Silvana a Boscoreale La neonata associazione è stata presentata mercoledì 15 marzo nel corso di una conferenza stampa a Boscoreale, nell’affascinante cornice di Villa Silvana, una delle strutture aderenti alla rete.
La location della presentazione è fortemente simbolica per l’origine e i propositi dell’associazione. Villa Silvana è una raffinata dimora storica con un giardino incantevole. Un luogo che non ti aspetti, quasi nascosto tra la stazione della Circumvesuviana e palazzi di recente costruzione. Qui si custodiscono bellezza, tradizioni e cultura dell’accoglienza. Così come fanno da tempo gli altri operatori turistici dell’associazione, non semplici strutture ricettive, ma veri e propri “operatori di sviluppo”, come amano definirsi. Eppure queste esperienze possono essere pienamente valorizzate solo se inserite in un sistema territoriale, fatto di servizi che funzionano e di sinergie vantaggiose per tutti.

“Siamo una realtà che desidera interagire in termini propositivi con le istituzioni locali. Vogliamo collaborare in maniera costruttiva con le Amministrazioni comunali, con tutti gli Enti pubblici e privati”, dichiara l’avvocato Aldo Avvisati, presidente dell’Arev-Od. “Siamo pronti a fare la nostra parte per far crescere il nostro territorio e l’intero distretto turistico.”
Per ora l’Associazione conta complessivamente circa 100 posti letto. Una sorta di albergo diffuso che per l’estate raggiungerà almeno il doppio delle disponibilità.

Nel corso della conferenza stampa, sono state illustrate otto proposte operative rivolte ai sindaci dei quattro comuni interessati finora dall’Associazione, ovvero Boscoreale, Boscotrecase, Trecase e Torre Annunziata. Otto azioni finalizzate a “far crescere la cultura dell’accoglienza e la qualità dell’ospitalità diffusa’’, sottolinea Avvisati.
Conferenza stampa Arev-OdTra le proposte c’è la creazione di una App mobile per far conoscere l’offerta culturale, turistica e ricettiva del territorio, l’istituzione di infopoint nei luoghi strategici dei trasporti e del turismo, una migliore segnaletica stradale turistica, incentivi per favorire il decoro urbano, maggiore coordinamento nell’ambito della mobilità urbana ed extraurbana.
Intanto, in occasione della conferenza stampa, il sindaco di Boscoreale Giuseppe Balzano ha annunciato un importante intervento per il turismo territoriale. Si tratta dell’inaugurazione, prevista per gli inizi di aprile, della stazione Circumvesuviana “Villa Regina – Antiquarium”, sulla linea Napoli-Sorrento, nei pressi dell’area archeologica di Villa Regina, esempio di villa romana agricola interamente ricostruita, e dell’annesso Antiquarium, museo che custodisce reperti dagli scavi di Pompei, Ercolano, Oplonti, Stabia e Boscoreale.

Foto di Gianfranco Adduci