Home Ecoblog Green Station a Pontecagnano, tra turismo sostenibile e volontariato

Green Station a Pontecagnano, tra turismo sostenibile e volontariato

Stazione ferroviaria di Pontecagnano, Green Station Legambiente

Nascerà a Pontecagnano, in provincia di Salerno, la prima Green Station della Campania. Gli spazi inutilizzati della stazione ferroviaria ospiteranno un centro di innovazione socio-culturale che promuova il turismo e la mobilità sostenibile sul territorio. Il progetto è frutto di una collaborazione tra Legambiente, Ferrovie dello Stato Italiane e Rete Ferroviaria Italiana che finora ha portato alla conversione dei locali dismessi di cinque stazioni ferroviarie.

Il protocollo d’intesa per la realizzazione della Green Station di Pontecagnano è stato sottoscritto l’11 marzo a Salerno, a bordo del Treno Verde che ogni anno attraversa le principali città italiane per promuovere lo sviluppo ecocompatibile. L’edizione 2017 di questa iniziativa, realizzata da Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane, con la partecipazione del Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, è dedicata all’economia circolare, un nuovo modello economico basato sulla limitazione degli sprechi e il riciclaggio delle materie prime, nel rispetto delle risorse del pianeta.

Dalla sua posizione strategica, a cavallo tra la costiera amalfitana e quella cilentana, la Green Station di Pontecagnano si impegnerà a promuovere un modo di viaggiare responsabile e slow, attraverso “itinerari della bellezza” che connettano le esperienze virtuose dei territori, favoriscano la fruizione del patrimonio naturalistico della regione e privilegino mezzi di trasporto a basso impatto ambientale, come il treno o la bicicletta.

La stazione di Pontecagnano non si occuperà solo di turismo ma anche di volontariato e scambi culturali tra i giovani europei. “Vogliamo realizzare all’interno della stazione di Pontecagnano un centro di innovazione sociale e culturale che attraverso azioni di volontariato nazionale ed internazionale contamini il territorio per promuovere uno sviluppo ecosostenibile – dichiara Francesca Ferro, direttrice di Legambiente Occhi Verdi, circolo a cui è stata assegnata la green station –La stazione sarà inoltre accreditata presso l’Agenzia Nazionale Giovani (Ang) per l’azione chiave del programma Erasmus+:Youth, per permettere a giovani provenienti da diversi paesi europei di partecipare e sviluppare attività di volontariato con le comunità locali e co-gestiranno il Parco Ecoarcheologico di Pontecagnano, gestito da Legambiente”.

foto da legambiente.campania.it