Home Escursioni e visite guidate Escursioni naturalistiche in Campania per sabato 11 maggio

Escursioni naturalistiche in Campania per sabato 11 maggio

In vetta sul Monte Cervati

Il tempo inclemente di questa primavera non risparmierà la prossima domenica ma sabato 11 maggio sarà una giornata buona per fare trekking ed immergersi nella natura.
Ecco a voi 5 escursioni guidate proposte da associazioni e guide per scoprire a piedi la straordinaria bellezza della Campania.
Dal mare alle vette più alte, lunghe camminate si accompagnano ad esperienze di psicomagia, yoga, meditazione, musica e degustazioni di prodotti tipici!

11 maggio | Tramonto di trekking e psicomagia a Cuma
organizzato da Metadventures
tramonto nella foresta rtegionale di CumaEsperienza di trekking e psicomagia al tramonto nella Foresta di Cuma, luogo magico e misterioso nei pressi dell’antico insediamento della Magna Grecia. Il sentiero attraversa la “selva gallinaria”, un fitto bosco di lecci e macchia mediterranea a ridosso di una zona umida con laghetti ed acquitrini. Si prosegue verso il mare, tra templi e grotte, con scorci affascinanti sulla costa, sulla “montagna dell’elefante” e sull’acropoli di Cuma. Nel cuore del bosco, inoltre, si terrà uno spettacolo di psicomagia con Mario Cirillo, in arte “Goblin lo psicomago”, accompagnato dal flauto di Nadia Esposito.
info e prenotazioni

11 maggio | Sentiero degli Dei al tramonto e degustazione serale ad Agerola
organizzato da Cartotrekking
Trekking al tramonto sul sentiero più famoso della Campania, il Sentiero degli Dei, a picco sulla Costiera Amalfitana, immersi nella macchia mediterranea, tra paesaggi mozzafiato e splendidi panorami su Praiano, Positano e Capri. L’esperienza terminerà in una delle storiche residenze nobiliari di Agerola con una degustazione di prodotti tipici dei Monti Lattari e piatti a base di zafferano bio prodotto a Km-zero.
info e prenotazioni

11 maggio | Tramonto in musica sull’alta via dei Monti Lattari
organizzato da Metadventures
tramonto sull'Alta Via del Monti LattariTrekking nel Parco Regionale dei Monti Lattari lungo l’Alta Via dei Monti Lattari, un sentiero di straordinaria bellezza che regala splendide viste sul monte Falerio, sul monte Finestra e sul golfo di Salerno. Il percorso inizia dall’Abbazia della SS Trinità di Cava a Cappella Vecchia e prevede una sosta per ammirare un panorama mozzafiato al tramonto tra il mare e le vette dei Monti della Costiera Amalfitana, accompagnati dalle dolci note di un handpan.
info e prenotazioni

11 maggio | Trekking, yoga e meditazione sui Monti Alburni
organizzato da Metadventures
La Grotta di Fra Gentile sui Monti AlburniUn giorno di completa immersione nella natura selvaggia dei Monti Alburni, nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, praticando trekking, yoga e meditazione intorno ai concetti della “Ecologia Profonda“. L’evento, plastic free e vegan, è in collaborazione con con Eka e la pscioterapeuta Monica Ottarda. In programma un’escursione lungo il Sentiero Italia che attraversa la maestosa faggeta degli Alburni e raggiunge la panoramica vetta del Figliolo (1364 m.s.l.m.). La meditazione si terrà presso la Grotta di Fra Gentile.
info e prenotazioni

11 maggio | Trekking sul Monte Cervati
organizzato da Alburni Trekking
In vetta sul Monte CervatiEscursione guidata alla conquista della cima più alta della Campania, a 1899 metri slm, nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. La natura carsica del Monte Cervati regala paesaggi selvaggi con inghiottitoi, sorgenti freschissime e corsi d’acqua temporanei. Qui nasce anche il fiume Calore, tra i fiumi più importanti della regione.
Nei pressi della cima c’è il piccolo santuario della Madonna della neve, da oltre mille anni oggetto di pellegrinaggi da parte del popolo di Sanza, in particolare con la processione notturna tra il 25 e il 26 luglio. In cima al monte Cervati si trova un inghiottitoio con presenza perenne di neve che secondo la leggenda avrebbe fornito il ghiaccio per i sorbetti richiesti dal re di Napoli Ferdinando I d’Aragona durante un’estate particolarmente torrida, quando le neviere nei dintorni della capitale erano tutte asciutte. Altra attrazione è l’affondatore di Vallivona, fenomeno carsico tra i più importanti del Meridione. Si tratta di una voragine con pareti alte fino a 100 metri che ospita un particolare micro-ambiente umido dall’aspetto primordiale.
info e prenotazioni

in copertina: trekking sul Monte Cervati (foto di Alburni Trekking)