Sabato 22 e domenica 23 marzo 2014, in tutte le regioni italiane, si terrà la ventiduesima edizione delle Giornate FAI di Primavera, weekend di festa in cui il Fondo Ambiente Italiano propone visite straordinarie ed itinerari insoliti tra aree archeologiche, borghi, giardini, musei, chiese, edifici storici e castelli, insieme a percorsi naturalistici, escursioni e “biciclettate”.
Circa il 40% dei beni promossi sono fruibili da persone con disabilità fisica e le visite saranno condotte da oltre 22.000 giovani studenti.

Visite ed escursioni sono a contributo libero e per alcune è necessaria la prenotazione.

Ecco la nostra guida alle proposte in Campania, suddivise per provincia, con informazioni, link di approfondimento e consigli.

Giornate FAI in provincia di AVELLINO

In provincia di Avellino è protagonista l’Alta Irpinia medievale con Bisaccia e Sant’Angelo dei Lombardi.
Castello Ducale di BisacciaA Bisaccia visite guidate al Castello ducale, fondato dai Longobardi nell’VIII secolo e ricostruito nel XIII secolo da Federico II di Svevia, luogo ricco di storia e panorami mozzafiato che abbracciano anche la vicina Puglia. All’interno ospita anche il Museo Civico Archeologico.
A Sant’Angelo dei Lombardi, uno dei paesi più colpiti dal terremoto del 1980, visite al Castello con il Museo Storico, alla Cattedrale e all’Abbazia Benedettina di San Guglielmo al Goleto, complesso di eccezionale rilievo architettonico.

Giornate FAI in provincia di BENEVENTO

Si continua con la Campania medievale in provincia di Benevento, con le visite guidate alla Torre Normanna di Telese Terme (prenotazione entro venerdì 21) e al Castello di Ceppaloni, recentemente acquisito a patrimonio comunale e finalmente restaurato.

Giornate FAI in provincia di CASERTA

In provincia di Caserta si mette in mostra Maddaloni, per secoli un importante punto di riferimento sociale ed economico per l’intera Terra di Lavoro. Le giornate FAI 2014 fanno conoscere i suoi tanti edifici ecclesiastici: la Chiesa Santa Maria Assunta con l’annessa Congrega De Commendatis, la Chiesa di Santa Margherita, la Congrega della Concezione, la Congrega di San Giovanni Battista, il Convento Dei Carmelitani, la Chiesa Dell’annunziata, il Convitto Nazionale “G. Bruno” e la Chiesa Di San Francesco.

L'oasi naturalistica Ferrarelle FAI a Riardo, nell'Alto Casertano (foto dal sito www.masseriadellesorgenti.it/)Da non perdere l’itinerario nell’Oasi Ferrarelle FAI di Riardo (prenotazioni al 345-4138940), delizioso borgo di origini longobarde nell’Alto Casertano, ai confini con Molise e Lazio.
L’Oasi è inaugurata ufficialmente proprio in occasione delle Giornate FAI 2014, dopo un’apertura pilota nel 2013. Si tratta di un’area di 145 ettari di natura incontaminata nei pressi delle fonti delle acque minerali Ferrarelle, Natia e Santagata, in un paesaggio ricco di enormi querce e ampie zone adibite a coltivazione biologica.
L’itinerario include una visita alle linee di imbottigliamento della Ferrarelle e una visita alla Masseria Mozzi, storica casa rurale dei primi dell’800, oggi restaurata nel rispetto delle sue forme originali e punto di ristoro per i visitatori. Presto vi racconteremo questa nuova importante risorsa per il turismo naturalistico ed ecocompatibile nella nostra regione.

Giornate FAI in provincia di SALERNO

Altra esperienza fortemente consigliata da Ecoturismo Campania, questa volta in provincia di Salerno, è l’escursione da Ottati alla Grotta Santuario di San Michele Arcangelo a Sant’Angelo a Fasanella (prenotazione e assicurazione obbligatorie), ai piedi dei Monti Alburni, nel cuore del meraviglioso Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, tra maestosi boschi di faggio, suggestivi corsi d’acqua, cascate, ruderi rurali ed antichi mulini.
Interno della Grotta Santuario di San Michele Arcangelo a Sant'Angelo a Fasanella (foto dal sito www.prolocosantangeloafasanella.it)La Grotta fu probabilmente abitata dall’uomo di Neanderthal, sicuramente da eremiti e sede di una comunità religiosa di Benedettini. Il luogo è straordinariamente affascinante, per la natura, per i ruderi ed anche per le tante leggende ad esso legate.
Altro luogo leggendario è la scultura rupestre della divinità pagana Antece. Sia la Grotta sia l’Antece sono patrimonio UNESCO. Visite guidate sono previste anche all’antico e nobile borgo di Sant’Angelo a Fasanella.


Dal Cilento alla divina Costiera Amalfitana per altre due bellissime escursioni (prenotazione e assicurazione obbligatorie): la prima a Minori, dalla Basilica di Santa Trofimena alla Villa Romana, sostando a Villa Amena presso la Chiesa di SS Gennaro e Giuliano; la seconda da Piazza Raffaele D’Amato di Maiori fino alla Villa Romana di Minori, attraversando il Villaggio Torre e sostando a Villa Amena. Singole visite guidate anche al Borgo di Villa Amena e alla Villa Romana di Minori.

La città di Salerno offre visite guidate al Museo Archeologico Provinciale ed un concerto della Famiglia Gibboni nella Chiesa di San Michele.

Giornate FAI in provincia di NAPOLI

La Villa Rosebery a Posillipo, Napoli, dimora della Presidenza della RepubblicaNapoli, invece, apre le porte di alcuni preziosi edifici storici: Palazzo Ischitella, uno dei primi edificati sulla riviera di Chiaia; l’Archivio di Stato, nato in epoca napoleonica; la Chiesa dei SS. Apostoli, una delle più importanti del Barocco Napoletano; il Complesso Monumentale di Carminiello ai Mannesi, rivenuto negli anni ’80; il Complesso di Santa Caterina da Siena, sede dell’Università Suor Orsola Benincasa, e l’Archivio della Solitaria; il Palazzo Marigliano, nel cuore del Centro Storico; la Stazione Zoologica Anton Dohrn, all’interno della Villa Comunale; Villa Lucia, splendida villa dell’800 con parco panoramico sul golfo; Villa Rosebery, a Posillipo, fulgido esempio di neoclassicismo, residenza in dotazione alla Presidenza della Repubblica.
Istituzionali 2014 Image Banner 180 x 150
A Pollena Trocchia, nel Parco Nazionale del Vesuvio, si visitano il cinquecentesco Castello di Santa Caterina, con possibili interventi del conte proprietario del maniero, e la panoramica Villa Cappelli, con il suo delizioso giardino.
Molto interessante la passeggiata naturalistica sul Monte Somma alla scoperta dei Conetti del Carcavone, piccole strutture vulcaniche risalenti all’attività eruttiva dell’antico Vulcano Somma, da cui è nato il Vesuvio.

A Pozzuoli visite guidate all’imponente Anfiteatro Flavio (solo su prenotazione) e allo Stadio Antonio Pio, scoperto nel 2000.

A Torre del Greco è l’occasione per conoscere la Villa delle Ginestre, dimora rustica di fine ‘600 che ospitò Giacomo Leopardi.

La Baia di Ieranto, nell'Area Marina Protetta di Punta Campanella (foto da http://www.amicibaiaieranto.com)A Massa Lubrense scopriremo il Convento delle Immacolatine e la Chiesa del SS. Rosario, veri e propri gioielli settecenteschi. Dalla piazzetta di Nerano, inoltre, partirà una bellissima escursione (prenotazione entro venerdì 21) lungo la costa fino alla spiaggia dell’incantevole Baia di Ieranto, nell’Area Marina Protetta di Punta Campanella, con splendide viste sulla Penisola Sorrentina e l’isola di Capri.

Per prenotazioni ed ulteriori informazioni, consulta la sezione dedicata alla Campania sul sito delle Giornate FAI di primavera FAI.

Articolo di Gianfranco Adduci