Home Itinerari del Gusto La Pizza Radio Siani, il gusto del Vesuvio contro l’illegalità

La Pizza Radio Siani, il gusto del Vesuvio contro l’illegalità

La Pizza Radio Siani creata da Aniello Falanga

Sul Vesuvio c’è una pizza straordinaria che profuma di legalità. E’ una pizza con il “Pizzino”, non una piccola tangente né un bigliettino di mafia, ma un pomodorino del piennolo che a dir poco è speciale. Si tratta di un pomodorino vesuviano della varietà “riccia San Vito”, una delle più rare, saporite e resistenti, battezzato “Pizzino” dai ragazzi di Radio Siani, presìdio Libera, che lo coltivano in un terreno ad Ercolano confiscato alla camorra.

La storia e l’aroma del Pizzino hanno presto conquistato Aniello Falanga, rinomato chef pizzaiolo che dal 2015 riceve il riconoscimento dei Due Spicchi, assegnato dalla guida alle pizzerie d’Italia del Gambero Rosso.
Per la sua pizzeria Haccademia, sulla via Panoramica a Terzigno, Aniello Falanga è sempre alla ricerca di piccoli fornitori che garantiscano alta qualità e identità vesuviana dei prodotti.

Le pacchetelle del pomodorino Pizzino della Cooperativa Giancarlo SianiColtivato secondo le regole dell’agricoltura sostenibile, il pomodorino Pizzino della Cooperativa Siani è distribuito fresco nel periodo della raccolta, da luglio a settembre, e poi in conserva con il metodo tradizionale della “pacchetella”, oppure al naturale in acqua e sale.
Sono proprie le pacchetelle di Pizzino le protagoniste della “Pizza Radio Siani”, una pizza fritta montanara, farcita con olive itrane (meglio conosciute come “olive di Gaeta”), capperi di Salina, origano selvatico del Vesuvio e olio extravergine d’oliva del Vesuvio.

L’ultima invenzione di un grande artigiano della gastronomia vesuviana. Una pizza che merita davvero di essere gustata, perché è buona non solo di sapore ma anche per la cultura che veicola, cultura del territorio e cultura della legalità.

Aniello Falanga con i ragazzi di Radio Siani, Agostino Casillo e Francesco RanieriLa cooperativa Giancarlo Siani è uno dei progetti nati dall’esperienza di Radio Siani, web radio che conserva il nome e la memoria del giornalista ucciso dalla camorra nel 1985. La radio di Ercolano, gestita da un gruppo di giovani, ha sede in un bene confiscato ed è impegnata in numerosi progetti per la promozione del concetto di legalità.

La pizzeria Haccademia di Aniello Falanga è vicina ai sentieri del Parco Nazionale del Vesuvio, a metà strada tra gli scavi di Pompei ed Ercolano e nei pressi dell’areale vesuviano più vocato ai preziosi vini del vulcano.

Sia la cooperativa Siani che Aniello Falanga fanno parte del circuito Slow Food Vesuvio e lavorano secondo il principio del “buono, pulito e giusto”.

Turisti, escursionisti e gourmet sono avvisati.