Napoli celebra la pasta con un festival gastronomico nel cuore del centro storico.

Il logo del festival di Napoli "Come il Maggio sui Maccheroni"“Come il maggio sui maccheroni” si tiene da giovedì 29 maggio a lunedì 2 giugno 2014, nel cortile della Chiesa di Santa Chiara, con stand enogastronomici, laboratori, dimostrazioni di cucina, degustazioni guidate dai produttori e postazioni di street food tradizionale con caciocavallo impiccato, pizza fritta e braceria.

Il Festival racconta la pasta nella Napoli del 1600, secolo in cui la città diventa capitale di uno dei principali alimenti della Dieta Mediterranea, recentemente dichiarata Patrimonio Unesco.

I maccheroni sono fra le creazioni più celebri della cucina napoletana, forse l’emblema più forte della gastronomia italiana nel mondo.
Nata come metodo povero per conservare la farina di grano e renderla facilmente commestibile, la pasta è oggi tra le più importanti eccellenze artigianali della regione Campania.

Il Complesso monumentale di Santa Chiara nel centro storico di Napoli“Come il maggio sui maccheroni” può essere un’interessante idea weekend per trascorrere il ponte del 2 giugno a Napoli, fra sapori genuini, shopping enogastronomico e trekking urbano nel meraviglioso centro storico, magari alla scoperta del Barocco Napoletano, fiorito proprio nel ‘600.

Menu seicenteschi sono proposti da La Taverna a Santa Chiara per tutti i giorni del Festival mentre domenica 1 giugno, alle ore 11:30, lo chef Pietro Parisi darà vita ad uno speciale cooking show.

Sono previste interviste tematiche a Livia Iaccarino (ristorante Don Alfonso di Sant’Agata dei Due Golfi), al giornalista Michele Mirabella, all’antropologo Marino Niola e al filosofo Giulio Giorello.

Da non perdere le conversazioni con assaggi dedicate alla pasticceria napoletana del Seicento, foriera di straordinari prodotti che ancora oggi godono di grande fortuna: il Mostacciolo, la Pastiera e la Santarosa.
A parlarne il professore Fabrizio Mangoni e il pasticciere Ciro Scarpato.
La storica cioccolateria Gay Odin, invece, racconterà la felice irruzione del cioccolato nella gastronomia partenopea.

Concerti e spettacoli teatrali al Festival di Napoli "Come il Maggio sui Maccheroni"In programma anche concerti, spettacoli teatrali, performance artistiche e due mostre, una su “Le vie del grano”, ovvero i percorsi del grano dall’Oriente e dall’Alta Irpinia a Napoli, e l’altra su “Le Antiche Taverne Napoletane”, luoghi simbolo della storia partenopea.

Sull’onda dei vari talent show televisivi, inoltre, il Festival propone due concorsi che si preannunciano molto coinvolgenti.
Cuoche, cuochi ed appassionati potranno sottoporre le loro creazioni culinarie ad una giuria di giornalisti enogastronomici.
Protagonisti dei concorsi saranno due fra i più difficili e più amati fra i sughi tradizionali.
Sabato 31 maggio si valuterà la Genovese, domenica 1 giugno si giudicherà il Ragù.
I sughi si consegnano entro le 15, le degustazioni iniziano alle 18.

Per ogni concorso puoi vincere un weekend benessere presso l’Approdo Resort Thalasso Spa di Castellabate, nel Cilento, e 20 kg di pasta artigianale prodotta dalla Compagnia della qualità.

Orari del Festival:

giovedì 29 e venerdì 30 maggio
dalle 18 a mezzanotte

sabato 31 maggio, domenica 1 e lunedì 2 giugno
dalle 11 a mezzanotte

Per ulteriori informazioni:
http://www.comeilmaggiosuimaccheroni.it

Foto di copertina: courtesy of fxcuisine.com

Articolo di Gianfranco Adduci