Il sole ormai picchia duro, l’estate è già bollente e non è ancora tempo di vacanze lunghe. Ma in una regione come la Campania, con oltre 487 km di costa, si fa presto a prendersi una pausa e raggiungere velocemente una spiaggia, anche per una sola giornata di mare.

A rendere tutto ancora più interessante sono i dati ottenuti dai controlli dell’Arpac (Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Campania), da cui emerge che l’81 % dei circa 429 km di litorale adibito all’uso balneare è di qualità eccellente, un risultato significativo e in crescita rispetto al 76% registrato nella scorsa stagione balneare.

La classificazione della qualità delle acque di balneazione conferma l’eccellenza di alcune tra le più note mete turistiche campane, come le isole e quasi tutta la costa cilentana, ma riesce anche a stupire con diverse sorprese. Due fra tutte: Mondragone e Baia Domizia, le cui acque sono risultate eccellenti su quattro classi di qualità: “scarsa”, “sufficiente”, “buona”, “eccellente”.

Insomma, non resta che consultare la Mappa interattiva fornita dall’ARPAC, indossare il costume e dirigersi verso una delle spiagge più vicine!

Un’altra opzione possibile, e ancora più allettante, sarebbe scegliere tra le migliori destinazioni marine della Campania in termini di bellezza, buon vivere ed ecosostenibilità. A questo proposito, potrebbe esserti utile la Guida blu 2015 con le località della Campania con il mare più bello.

Foto in copertina:
Cala e Spiaggia del Buon Dormire”, di Giulio Nepi, licensa CC BY 2.0