Home Escursioni e visite guidate Proposte di trekking in Campania per il weekend 25-26 maggio

Proposte di trekking in Campania per il weekend 25-26 maggio

Vetta Monte Terminio

Trekking botanico, trekking fotografico, passeggiate musicali, camminate al tramonto, vulcani poco noti, coste del mito, spettacolari cascate, immensi pianori, altissime cime, forre profonde e limpide sorgenti.
Ecco la nostra selezione di escursioni guidate in Campania per sabato 25 e domenica 26 maggio 2019, organizzate da associazioni e guide ambientali.

25 maggio | Trekking botanico al Monte Somma
organizzato da Metadventures
Il galusium e la romice rossa sul Vesuvio - Monte Somma (ph Umberto Saetta)Trekking nel Parco Nazionale del Vesuvio alla scoperta della sua flora selvatica, ricca di specie rare ed endemiche. Il percorso inizia da Ottaviano e raggiunge i cognoli del Monte Somma, la cresta dell’antico vulcano, aprendo bellissimi panorami sulla Valle dell’Inferno, la Valle del gigante, il Vesuvio ed il Golfo di Napoli. Lungo il percorso è possibile osservare specie di notevole interesse botanico, ecologico, storico e naturalistico come l’Ontano napoletano, la Betulla, l’orchidea Cephalanthera rubra, il lichene Stereocaulon vesuvianum, il papavero Glaucium flavum ed il rarissimo Verbascum rotundifolium. Guidati dall’esperto etnobotanico Roberto Vetromile, si impara ad osservare le piante selvatiche e riconoscere quelle commestibili. Verranno descritte le proprietà organolettiche e nutrizionali delle erbe incontrate, i loro usi tradizionali e gli aneddoti ad esse legati, illustrando le modalità e le regole di raccolta, raccontando come trasformarle in cucina in piatti originali e gustosi.
info e prenotazioni

25 maggio | Sentiero degli Dei: aperitivo in musica al tramonto
organizzato da Metadventures
Il Sentiero degli Dei è noto in tutto il mondo per i suoi straordinari panorami sulla Costiera Amalfitana, nel Parco Regionale dei Monti Lattari. Tuttavia non tutti ne conoscono la variante alta, altrettanto appagante per la vista e lo spirito. Si parte da Bomerano, frazione di Agerola, e si arriva al Colle Serra per un aperitivo “(di)vino”. Immergendosi in un’atmosfera rilassante, si ascolterà il rumore del mare e del vento insieme alla musica dell’handpan. Il percorso alto si prende in località Li Cannati per tornare nuovamente al punto di partenza.
info e prenotazioni

25 maggio | Alla scoperta delle Cascate di Calabritto
organizzato da Calabritto Escursioni
cascata bard'natore a CalabrittoA Calabritto, in Alta Irpinia, è possibile percorrere il sentieroPonticchio – Chiesa rupestre della Madonna del Fiume’’ accompagnati dalla nuova segnaletica turistica realizzata da Gerardo Di Trolio. A metà sentiero si incontra la bellissima Cascata di Bard’natore, di cui è possibile ammirare ben 4 salti. Oltre alla cascata, i punti di interesse del trekking sono il Torrente Ponticchio, la ‘Fontana ru li palummi’, grotte e rifugi di briganti e la suggestiva Chiesa Rupestre della Madonna del Fiume (XVI secolo).
info e prenotazioni

26 maggio | Escursione gratuita: trekking al tramonto sul Cratere del Gauro
organizzato da Stefano Erbaggio – Guida Aigae
Panorama dal Monte Barbaro, sul cratere del Gauro a PozzuoliTrekking guidato alla scoperta del cratere del Gauro, vulcano nato oltre 10.000 anni fa. Sconosciuto ai più, il cratere è il più grande dei Campi Flegrei dopo quello degli Astroni, e, escludendo i Camaldoli, il più alto. L’escursione offre un panorama eccezionale che spazia da Lucrino fino al Lago Patria. Le sue 3 vette (Monte Barbaro, Monte Sant’Angelo e Monte Corvara) ospitano luoghi di culto di origine medioevale che custodiscono antiche leggende legate a Cristo, Virgilio, il Santo Graal ed il leggendario popolo dei Cimmeri. L’escursione è gratuita in occasione delle Giornate Internazionali delle Guide Ambientali Escursionistiche.
info e prenotazioni

26 maggio | Tramonto e Musica ad Acquamorta
organizzato da Metadventures
Una passeggiata con le luci del tramonto e sullo sfondo i suggestivi panorami dei Campi Flegrei, con la musica di accompagnamento delle guide Nadia Esposito e Marco Zeno. Si parte dal porticciolo di Acquamorta, una delle insenature del Monte di Procida, per dirigerci verso i laghetti di Torrefumo e Miseno. Sono previste soste lungo il percorso per osservare il panorama, meditare ed ascoltare le guide che suoneranno una musica fatta di melodie e silenzi con handpan e flauto traverso.
info e prenotazioni

26 maggio | Trek a S.Maria ai Monti – Alta Via nel cuore dei Monti Lattari
organizzato da Cartotrekking
panorama dall'alta via dei monti lattariEscursione guidata sui tratti più famosi dell’Alta Via dei Monti Lattari, fino ad arrivare nel bellissimo pianoro di santa Maria ai Monti (Scala), dove un immenso prato verde farà da cornice ad un vero e proprio pic-nic nel verde della natura di maggio. Si passeggia tra boschi e sentieri sinuosi che si affacciano sia sul versante del Golfo di Napoli ed il Vesuvio sia sulla Costa Amalfitana. L’itinerario ad anello inizia e finisce sulle montagne di Agerola.
info e prenotazioni

26 maggio | Tesori del Sannio: le Forre di Lavello e il Sentiero per le grotte
organizzato da Salvatore Donatiello, guida Aigae
Il ponte di Annibale a Cerreto SannitaSuggestivo sentiero lungo le gole del torrente Titerno, nel Parco Regionale del Matese, tra Cusano Mutri e Cerreto Sannita. In pochi chilometri si ammirano un bellissimo ponte di epoca romana, un altro forse di origine etrusca, grotte naturali e di origine antropica, antichi mulini e manufatti come muri a secco e cisterne. Il percorso regala meravigliose vedute sulle Forre di Lavello, dove la forza dell’acqua ha creato canyon profondi fino a 30 metri.
info e prenotazioni

26 maggio | Trekking sul Monte Terminio
organizzato da Alburni Trekking
Vetta Monte TerminioIl Terminio appartiene ai monti Picentini ed è situato nei comuni di Montella, Volturara Irpina e Serino, nel Parco Regionale dei Monti Picentini. E’la vetta più alta della catena montuosa dopo il monte Cervialto. Conosciuto localmente come il “Montagnone”, il nome si deve alla presenza di tre cime (dal latino Ter). Come per gli altri Picentini, il monte è caratterizzato da rocce mesozoiche di piattaforma carbonatica e in misura minore da dolomie e marne triassiche. La vegetazione è rappresentata prevalentemente da faggi che ricoprono la parte alta e castagni alle pendici. La prima ascensione documentata del Terminio è quella di Michele Tenore, “che fu primo ed unico ad erborare lassù nel 1842” (G. Fortunato, 33). Venne poi raggiunto a scopo escursionistico dallo stesso Fortunato nel 1878, e successivamente nel 1889 da un gruppo guidato da Vincenzo Campanile.
info e prenotazioni

26 maggio | Picentini: le sorgenti del Sabato – Trekking fotografico
organizzato da K’ Nature
SalamandrinaEscursione alla scoperta dell’alta valle del Sabato, nel cuore del Parco Regionale dei Monti Picentini. Guidati da Daniel Li Veli, biologo e fotografo naturalista esperto del territorio, si esploreranno i rami sorgentizi principali del Sabato, percorsi da acque cristalline che nei millenni hanno scolpito la roccia creando suggestive sculture naturali. L’integrità ambientale di questi habitat ha permesso la conservazione di una fauna del tutto peculiare: le acque correnti ospitano una popolazione autoctona di Trota fario (Salmo trutta) e di Gambero di fiume (Austropotamobius pallipes), specie ormai sempre più minacciata. I numerosi rivoli laterali offrono un sito idoneo alla riproduzione di molti anfibi, alcuni di elevato interesse conservazionistico (Bombina pachypus, Salamandrina terdigidata). Andremo inoltre alla ricerca delle numerose forme di vita terresti proprie degli ambienti circostanti, quali funghi, orchidee, artropodi, rettili e micromammiferi. Daniel Li Veli aiuterà i partecipanti nell’identificazione delle specie incontrate e introdurrà alcuni principi base della fotografia naturalistica, in particolar modo di quella paesaggistica e della macrofotografia. Verranno affrontati inoltre temi legati all’etica naturalistica e all’eto/ecologia delle specie fotografate.
info e prenotazioni

in copertina: panorama dal Monte Terminio (foto di Alburni Trekking)