Ritorna l’atteso appuntamento con le Feste e i Falò dedicati a Sant’Antonio Abate, una tradizione millenaria che ha attraversato indenne la storia delle religioni e delle tradizioni locali, mutando il nome ma non la sua essenza.
Da culto pagano dedicato a Cerere, dea dell’agricoltura, a rito cristiano intitolato al santo protettore degli animali e dei contadini, questa ancestrale sagra del fuoco, simbolo di cambiamento e rigenerazione, anche quest’anno scalderà le piazze, le strade e i cortili di numerosi borghi e paesi della Campania.

Abbiamo selezionato per voi alcune tra le più sentite e caratteristiche “Feste ‘e Sant’ Antuono” che vi consentiranno di trascorrere una o più serate immersi nelle atmosfere delle storiche sagre dell’entroterra campano, ricche di sapori, aromi, rituali, balli e musiche della cultura popolare.

Partiamo da Cicciano, in provincia di Napoli, dove la festa si terrà dal 20 al 23 gennaio 2017.
Venerdì 20, in serata, ci sarà un primo assaggio di canti e balli popolari ma il clou della festa si terrà sabato 21. 
Il focarone e le luminarie della festa di Sant'Antonio a Cicciano (ph Daniele D'Ari)Come da tradizione, la giornata si aprirà alle 15 con la processione e benedizione degli animali, accompagnata dai Tamburini di Cicciano. Seguirà l’invocazione al Santo ad opera dei cantori nella Chiesa di Sant’Antonio e, a partire dalle ore 19, in concomitanza con l’accensione del grande “focarone” nella piazza antistante la Chiesa, le Paranze del territorio, Marcello Colasurdo in testa, accenderanno la festa con le tradizionali tammurriate e tarantelle.
Presso gli antichi cortili delle masserie, ma anche nelle strade e nei vicoli del centro storico, ci si potrà riunire intorno ai falò e gustare i prodotti tipici locali, cucinati sulla brace o sotto la cenere, accompagnati dall’immancabile “vino cafone”.
Domenica e lunedì saranno invece dedicati alla processione con la statua del Santo e agli spettacolari fuochi pirotecnici a colori.
Per approfondimenti su questa antica e pittoresca festa popolare, leggi il nostro articolo Cicciano, la festa del fuoco dedicata a Sant’Antonio Abate, troverai curiosità, storie, informazioni e speciali reportage fotografici. 
Per aggiornamenti sulla festa, invece, vai alla pagina facebook ufficiale.

Festa di Sant'Antonio a Macerata Campania, una Battuglia della PastellessaNella vicina provincia di Caserta, precisamente a Macerata Campana, i festeggiamenti si svolgeranno da giovedì 12 a martedì 17 gennaio 2017.
La caratteristica principale di questa festa sono le Battuglie di Pastellessa, ovvero i carri di Sant’Antuono, fiore all’occhiello della tradizione popolare del luogo.
La “Pastellessa” è un piatto locale, ossia la pasta con le castagne lesse, ma è anche il nome di una tipica musica popolare suonata sui carri che sfilano durante la festa nelle strade del paese.
Gli strumenti musicali utilizzati non sono propriamente quelli convenzionali, parliamo infatti di botti, tini, falci, mazze di legno e canapa.
I suonatori che accompagnano i canti tipici della tradizione popolare sono prevalentemente percussionisti chiamati bottari, per ovvie ragioni, e vengono coordinati da un maestro d’orchestra, denominato capobattuglia, che li dirige tramite gesti e a colpi di fischietto.
I carri sfileranno durante l’intero corso dei festeggiamenti, ma non saranno l’unica attrattiva dell’evento. E’ infatti prevista l’esecuzione di giochi tradizionali come la corsa con le botti, la corsa con le carriole, il giro della botte, la corsa nei sacchi, la corsa con i mattoni, il tiro alla fune e spettacoli di fuochi pirotecnici.
Clicca qui per leggere il programma completo della festa
.

Vi segnaliamo, inoltre, la festa che si terrà nell’incantevole paesino irpino di Nusco, nei giorni 27, 28 e 29 gennaio (la festa è stata posticipata per le avverse condizioni meteo), dove sono previste anche delle visite guidate al borgo, la Festa dei Fucanoli a Campagna (Sa) nei giorni 16 e 17 gennaio e quella di Somma Vesuviana il 21 e il 22 gennaio.
Presso ognuno di questi paesi, in linea con lo spirito contadino dell’evento, non mancheranno i falò, il buon vino, i balli e canti della tradizione popolare.

– in copertina: le tammurriate nella festa di Sant’Antonio a Cicciano (foto di Gianfranco Adduci)
– foto battuglia dal sito santantuono.it