Un nuovo parco archeologico-naturalistico ai piedi del Vesuvio, scrittori che raccontano capolavori d’arte e di ingegno, recuperi e riaperture di monumenti storici, trekking di fronte al mare d’inverno.
Ecco a voi la nostra selezione di visite ed escursioni guidate in Campania per il weekend 3-4 febbraio 2018!

3 febbraio | Visite guidate gratuite al Parco Archeologico di Longola
organizzate dall’amministrazione comunale di Poggiomarino
Il parco di Longola a PoggiomarinoSabato si inaugura un altro straordinario sito archeologico della Campania. Sono gli scavi del “Villaggio dei Sarrastri”, insediamento preistorico risalente al II millennio a.C., venuto alla luce nel 2000 in località Longola di Poggiomarino, ai piedi del Vesuvio. Il villaggio era costituito da capanne su palafitte di legno (primo caso attestato nel Sud Italia), fissate su isolotti artificiali nel letto fluviale del Sarno. Il legno è ancora ben conservato grazie alla falda d’acqua che lo ha sommerso ad oltre 4 metri di profondità. Attorno agli scavi è nato un parco archeologico-fluviale con aree espositive e didattiche, ricostruzioni del villaggio, aree verdi attrezzate e capanno per il birdwatching. In occasione della festa di apertura sono organizzate viste guidate gratuite fino all’orario di chiusura (ore 17).
Disponibile un servizio navetta da Largo Fiera alle ore 10, 12 e 15.
maggiori informazioni

3 febbraio | Cappella San Severo, visita guidata con Martin Rua
organizzata da Felicia Paragliola, guida turistica
La Cappella San Severo a NapoliLa celebre Cappella San Severo raccontata da Martin Rua, scrittore partenopeo appassionato di esoterismo, autore della “Parthenope Trilogy”. Oltre ad essere una magnifica testimonianza del Barocco, la Cappella nel centro storico di Napoli custodisce misteri e segreti della tradizione alchemica e massonica. Le bellissime statue (con il capolavoro del Cristo Velato di Giuseppe Sanmartino), gli affreschi, l’architettura, i materiali, tutto nella Cappella reca simboli, significati e finalità che non è facile cogliere senza una guida esperta. Alla visita prenderà parte anche la scrittrice e giornalista Agnese Palumbo, coautrice di “Misteri segreti e storie insolite di Napoli” con Maurizio Ponticello.
info e prenotazioni

3 febbraio | Visita alla Cappella dei Bianchi della Giustizia
organizzata dall’associazione Il Faro di Ippocrate
Un affresco nella Cappella Bianchi della Giustizia nell'Ospedale degli Incurabili a NapoliLa Cappella dei Bianchi della Giustizia si trova nel cortile dell’Ospedale degli Incurabili, storico nosocomio di Napoli. Eretta nel 1534, la Cappella fu chiusa nel 1862 e, dopo un recente restauro, è stata definitivamente riaperta insieme ad altri ambienti dell’Arciconfraternita. All’interno si ammirano bellissime opere di Giovan Battista Beinaschi, Paolo De Matteis, Giovanni da Nola, Lorenzo Vaccaro e Camillo Spallucci. Con i gruppi delle 9:15, 10:15 e 11:15 è possibile proseguire la visita con la Farmacia degli Incurabili, il Museo delle Arti Sanitarie, l’Orto Medico e il Chiostro di Santa Maria delle Grazie. E’ necessaria la prenotazione.
info e prenotazioni

4 febbraio | Visita guidata alla Piscina Mirabilis, con degustazione di vini
organizzata da Visit Campi Flegrei
Veduta dela Piscina Mirabilis a Baia - BacoliLa Piscina Mirabilis, nel centro antico di Bacoli, nei Campi Flegrei, è la più grande cisterna per l’approvvigionamento dell’acqua mai costruita da Roma. Di imponenti dimensioni e grande perizia ingegneristica, la piscina riforniva di acqua le flotte navali romane di stanza a Misenum. Costruito in opus reticulatum, il sito regala un’atmosfera magica grazie alle sue grandi strutture e ai suoi incantevoli giochi di luce. La visita guidata prevede anche una passeggiata lungo le stradine del borgo marinaro di Bacoli. Tutto si conclude con una degustazione di vini locali offerta dall’azienda agricola Piscina Mirabile Vini.
info e prenotazioni

4 febbraio | Trekking dei sensi a Punta Campanella
organizzato da Cartotrekking
Trekking guidato a Punta Campanella, la meravigliosa striscia di terra che divide il golfo di Napoli da quello di Salerno, a Massa Lubrense, in penisola sorrentina.
L’escursione, di media difficoltà, si svolge dal Monte San Costanzo ai resti del tempio di Minerva e della torre di avvistamento, di fronte la vicinissima isola di Capri, con vista privilegiata sulla splendida Baia di Ieranto.
Appuntamento a Castellammare di Stabia alle ore 09:30. Autobus privato andata/ritorno con rientro previsto intorno alle 15:30.
info e prenotazioni

4 febbraio | Visite guidate grauite alla Reggia di Carditello
organizzata da Fondazione Real sito di Carditello e associazione Agenda 21 per Carditello
Real Sito di CarditelloNuovo appuntamento con le visite guidate gratuite al Real Sito di Carditello, a San Tammaro, a metà strada tra Napoli e Caserta. Attualmente in fase di restauro, la reggia di stile neoclassico fu voluta da Ferdinando IV di Borbone che ne affidò il progetto all’architetto Collecini, allievo del Vanvitelli. Costruita sul finire del 1700, la Reggia di Carditello era una residenza dedicata alla caccia, all’allevamento dei cavalli di razza reale e alla produzione agricola sperimentale.
info e prenotazioni

4 febbraio | Pozzuoli: i luoghi del bradisismo. Visita guidata al Rione Terra.
organizzata da Visit Campi Flegrei e Sinergie Campane
Percorso archeologico sotterraneo al Rione Terra di PozzuoliUna passeggiata alla scoperta dei tesori di Pozzuoli, lembo di “terra ballerina” a causa del bradisismo. L’itinerario inizia dal Rione Terra, il cuore storico di Pozzuoli, arroccato su un alto banco tufaceo a picco sul mare. Il rione fu sgomberato degli anni ’70 e poi abbandonato proprio per le minacce del bradisismo. Oggetto di recente recupero, il Rione Terra offre superi panorami sul golfo, affascinanti palazzi seicenteschi e uno straordinario Tempio/Duomo. Nei percorsi sotterranei del Rione si ammirano anche i resti della Puteoli romana, integrati con alcune ricostruzioni multimediali. Dopo un break goloso a base di cioccolata artigianale locale, la visita guidata prosegue sulla Darsena, antico borgo di pescatori, e termina al Tempio di Serapide, monumento simbolo di Pozzuoli.
info e prenotazioni

in copertina: una delle aree del Parco Archeologico Fluviale di Poggiomarino (foto da longola.it)